I fogli trasversali

I Fogli realizzati negli anni Settanta, sono simbolo di creatività fatta di carta, forbice e colla.

Possiamo considerare la memoria storica del movimento del ’77 tra le realtà bibliografiche del ‘900. Sono numerose le testate che nascono tra il ’76 e il ’78, che però svaniscono molto in fretta. Gli elementi salienti di questi fogli è: il carattere effimero e il potenziale sovversivo del linguaggio.

I veri soggetti, più che gli autori, sono i collettivi e i direttori non esistono, perché i fogli sono numeri unici in attesa di autorizzazione; gli editori non appaiono perché si autofinanziano e la distribuzione è militante.

-Alcuni fogli-

“La rivoluzione”, 1977

Pagina interna “Nuvola”

“Nuvola rossa”, stampato a Milano nel 1975

“Bi/Lot” esce due volte nel ’76 e nel ’77   “E’ solo l’inizio” è il foglio dei giovani di Brugherio

Dedica al potere operaio in “Bi/Lot”, 1977

Prima pagina di “Wow” che esce  “quando come e dove vuole”, stampato a Milano nel 1977

“Viola”, a cura dei circoli proletari Giovanili di Milano

“Desìr”, 1977

“L’Agave”, 1977

“Il complotto” dadaizza il dada, 1977

“Oask?!”

“A/traverso”, 1972

“A/traverso”, 1977

“A/traverso”, dedicato ai temi della letteratura trasversale e del suo rapporto con le avanguardie storiche, 1976

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...